DEBITO PUBBLICO

martedì 3 novembre 2015

PUNTUALIZZAZIONI DI REFUSI.....IN BARBA AL REGOLAMENTO

Tenuto conto dei punti all’ordine del giorno, alcune mozioni della minoranza risultano già trattate e di conseguenza ripetitive.

Dopo una veloce surroga del consigliere uscente, si entra nel vivo del Consiglio comunale del 12 ottobre 2015.
 

Passiamo poi nel merito del secondo punto, dove la minoranza non condivide la variazione di bilancio in tempi così ridotti, ed accusa la giunta di non riuscire a preventivare e pianificare quelli che sono i costi dell'amministrazione.
Il Sindaco giustifica il carattere di urgenza con l’avvicendamento del nuovo responsabile dell’ufficio tecnico il quale ha imposto alcune migliore ai progetti esistenti, e l’imprevedibilità delle spese correnti.


Si giunge quindi alla presa d’atto del regolamento in materia di Servizi Socio Assistenziali e Sanitari, che parte con la richiesta di chiarimento da parte delle opposizioni sulla partecipazione o meno del comune di Olgiate Olona, dato che nella copia in loro possesso non compare.
La precisazione, che il comune di Olgiate Olona non aderirà, arriva con una telefonata a sorpresa fatta dell’assessore Aspesani in tempo reale.
Si prosegue quindi con le quattro mozioni, *tre delle quali già adottate in altri comuni e che si rifanno alla volontà che contraddistingue il MoVimento 5 Stelle;
Prendendo spunto da quest’ultima mozione volevamo far notare due particolari curiosi:


  1. Il consigliere Catone, che in campagna elettorale era sostenuto dal PD, uno dei partiti che ha condonato/regalato 98 MILIARDI DI EURO ai gestori delle slot machine, adesso tenta di calarsi nei panni del paladino nella lotta al gioco d’azzardo?
  2. Curiosa la motivazione dell'Amministrazione che ha liquidato la mozione, esprimendo voto contrario, motivandola con la volontà di non danneggiare l'aspetto economico degli esercizi commerciali interessati ..
Si passa poi alle interrogazioni, viene chiesto l’aggiornamento sull’iter della fidejussione riguardante il fallimento Swim Planet, è stata ripercorsa tutta la vicenda, al termine della quale emerge un'offerta da parte di Cattolica Assicurazioni di circa 300.000€ rifiutata da parte del comune per non creare ammanchi sul bilancio dell’anno scorso.
Il consigliere Catone interviene su un interrogazione presentata solo dal gruppo “Buongiorno Solbiate”, provocando un battibecco con il Sindaco e il Segratario Bottari.
Ci meraviglia che il sig. Catone non conosca le più elementari regole presenti nel TUEL, il quale ricorda che un’interrogazione presentata da un altro gruppo, e non sottoscritta, NON PUÒ essere oggetto di intervento.

L’ultima interrogazione che torna a chiedere informazioni sulla messa in sicurezza della palestra comunale, viene liquidata dalla giunta ripetendo quanto espresso in precedenza.


Di seguito i link ai filmati del consiglio comunale del 12 ottobre 2015:

 



 
 Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.
Stay tuned...