DEBITO PUBBLICO

giovedì 19 giugno 2014

SECONDO MANDATO MELIS E.....PRIMO CONSIGLIO COMUNALE

Cari concittadini, gli attivisti del MoVimento 5 Stelle di Solbiate Olona vogliono ringraziare tutti quelli che hanno creduto in noi votandoci, e analizzare il risultato delle elezioni, ripercorrendo gli accadimenti avvenuti dopo il risultato elettorale che riguardano i protagonisti delle liste concorrenti.
La vittoria del sindaco Melis sembrava meno scontata del previsto, il comportamento tenuto durante il suo mandato ha attirato le ire di molti, in particolare degli ex appartenenti alla ProCiv. locale e associazioni varie.
Per noi il quinquennio di Melis non è stato brillante, ha compiuto diversi errori (vedi fallimento piscina, PGT, compensazioni da Pedemontana) avvicinato il pericolo biomassa e disattendendo progetti come, rifiuti zero e patto sindaci, che noi riteniamo importanti passi verso una minor pressione fiscale per il paese, e un avvicinamento alle direttive comunitarie.
Sul tema acqua pubblica si è salvato in extremis, dopo aver rimediato una poco brillante figura all’assemblea dei sindaci della provincia di Varese, dove, assieme a tanti Suoi colleghi è sembrato poco informato su quello che d’importante si decideva, concedendo alla Solbiate Olona Servizi la gestione della nostra acqua per il prossimo quinquennio.
Adesso la nuova amministrazione si dovrà confrontare con le nuove opposizioni che voi, cittadini, avete eletto a rappresentarvi in consiglio comunale.
Peccato che, il sig. Colombo Antonello, dopo la pesante sconfitta si sia dimesso, dimostrando palesemente che sua unica mira era prendersi la poltrona di primo cittadino e il suo bello stipendio.

Quella di lasciare pavidamente tutto in mani altrui non era scritta sul programma elettorale. L’esperienza ventennale che tanto vantava sarebbe servita anche nei panni di consigliere per contrastare le azioni della giunta. No, non vale la pena, lascio il cerino in mano a qualcun altro.
Chi troveremo seduto in consiglio allora? 
Notiamo la maggior presenza femminile e giovanile, che ci siano i presupposti per una politica nuova che abbandoni i soliti noti? 
Nonostante i buoni propositi e gli intenti esposti dal consigliere Brogin, emergono le stessi menti. Pensiamo al sig. Bianchi, altro elemento di provata esperienza? 
No, neppure lui se la sente di sacrificare la propria persona per pochi euro, allora chi ha votato “Buongiorno Solbiate” su quale capitale umano può contare? 
Con una certa sorpresa troviamo le Sig.re Sonia Tisano e Alessia Lazzaretti e il signor Lorenzo Brogin.
Chi ha votato quella lista ha ragione di amareggiarsi e non poco, con tutto il rispetto, le signore
in questione le potremmo apprezzare se in consiglio comunale si discutesse di “pret à porter”, mentre la politica, in questo caso opposizione, è un’altra cosa. I comandanti hanno abbandonato la nave e rimangono le seconde linee. Auguri!
Comunque non affliggetevi, rimane ancora qualcuno che può vantare cinque anni di presenza tra i banchi della giunta come assessore all’urbanistica che risponde alla candidata sindaca della buona idea, De Simone Cristina, la quale provenendo dalla squadra del Sindaco, partirebbe avvantaggiata, conoscendo bene la controparte e quello che ha fatto nel quinquennio. La persona giusta al posto giusto, diranno i suoi elettori, che può contrastare al meglio l’operato del primo cittadino?.
Speriamo che sia così, che la sig.ra De Simone non rinunci all’incarico di consigliere, visto che abita molto lontano e venire tutte le volte che c’è un consiglio comunale diventa oneroso. Siamo sicuri che mantenga tutte le promesse fatte in campagna elettorale in termini di caparbietà, determinazione e voglia di servire il paese.
Adesso vi facciamo una domanda: Secondo voi le idee che si propongono in campagna elettorale devono essere portate avanti qualunque ruolo si abbia, oppure si abbandonano se si perdono le elezioni? Perché qua appare evidente la volontà di mirare solo alla poltrona di primo cittadino, posizione che permette indubbi benefici ma, se questo sogno va in fumo, mollo tutto e arrangiatevi.
Lasciamo per ultimo le notizie di defezioni importanti nella ProLoco legate alla lista trombata, ulteriore segno che il volontariato non era disinteressato ma tutt’altro, curato e asservito all’unico scopo di fungere da bacino di voti.
E noi? Non ci avete dato la fiducia, la riteniamo un’occasione sprecata da entrambe le parti, rimaniamo cittadini attivi, con le idee chiare su quello che dovrà fare la nostra amministrazione durante questi anni, sappiamo che il nostro compito è difficile da fuori, ma non demordiamo, continueremo a pungolare chi di dovere perché faccia, quanto ha promesso, cercando di portare avanti anche le nostre idee.
A noi non interessano i posti di comando, non cerchiamo emolumenti solo per il mero scopo di guadagnare di più, a noi interessano i progetti che possano far crescere questo paese, migliorarlo e farlo uscire dalla staticità mentale in cui siamo stati abituati.

Ognuno ha ciò che si merita, dice il proverbio.....

Rinnoviamo la nostra presenza al Consiglio Comunale, rivelatosi confusionario e blando sia nei fatti che nei contenuti alleghiamo come consuetudine i link:


consiglio comunale del 05 giugno 2014  1/4
consiglio comunale del 05 giugno 2014  2/4
consiglio comunale del 05 giugno 2014  3/4
consiglio comunale del 05 giugno 2014  4/4







Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 

4 commenti:

  1. Gentili Signori,
    vi ringrazio per le parole associatemi nel vs articolo e mi piacerebbe molto lavorare nella e per la moda,
    ma in realtà mi occupo di altro e sono già stata Consigliere Comunale a Solbiate Olona dal 2004 al 2009,
    per cui il vs commento lo trovo alquanto inopportuno, offensivo e sessista.

    Ci terrei a precisare, inoltre, che i 3 consiglieri da Voi nominati sono stati scelti dai cittadini solbiatesi tramite preferenza. Come ben sapete, in Consiglio Comunale sale chi riceve maggiori voti alle elezioni (in ordine di graduatoria Sonia Tisano, Alessia Lazzaretti, Lorenzo Brogin) e nessuno ha abbandonato la nave o rinunciato alla sedia (Antonello Colombo lo aveva già dichiarato mesi fa al gruppo, che avrebbe rinunciato all'indennità e che, in caso di sconfitta, avrebbe lasciato il posto ai giovani in modo che facessero esperienza, trasmettendo comunque loro la sua esperienza).

    In secondo luogo, in quanto consigliere della Pro Loco, vi comunico che le defezioni avvenute sono state della Sig.ra Riggio e del Sig. Piccinno (parte della lista e dell'Amministrazione Melis), prima delle elezioni (gennaio e marzo), e non vi sono state altre dimissioni poi.

    Vi prego di informarvi quindi, o di chiedere direttamente agli interessati, la prossima volta, prima di scrivere certe informazioni errate.
    Son a completa disposizione a tal fine.

    grazie per l'attenzione.
    Alessia Lazzaretti

    RispondiElimina
  2. Smentisco quello che avete scritto sulla pro loco
    Non ci sono state defezioni dopo 25 Maggio
    L'attuale direttivo è in carica dal 15 Aprile 2014


    Elena Gessaghi presidente della pro loco di Solbiate Olona

    RispondiElimina
  3. patrizia spagarino20 giugno 2014 08:53

    vedo che non avete pubblicato il mio post.

    D'altronde è risaputo che chi mescola nel torbido non può essere trasparente.
    Patrizia Spagarino

    RispondiElimina
  4. Sono rimasta basita dal vostro commento sessista (degno forse del vostro capo Grillo)! Posto che Alessia Lazzaretti ha già esperienza nell'amministrazione comunale, gli altri due consiglieri sono nuovi nel campo così come molti altri della maggioranza e così come lo sareste stati voi se aveste vinto. Quindi?!

    RispondiElimina