DEBITO PUBBLICO

mercoledì 14 agosto 2013

CALDE SENSAZIONI, IN UN MARE DI PREVISIONI

Il consiglio comunale del 29/7/13 aveva diversi punti all'ordine del giono, passeremo velocemente in rassegna quelli degni di nota.
Dal punto di vista dl bilancio comunale, le cose non cambiano molto. Quello attuale viene approvato molto avanti, quelli previsionali sono fumosi, la fideiussione della piscina una volta non è contemplata, quella dopo è calcolata. 
Quelli previsionali sono difficili da redigere, troppe incognite, la colpa viene data al governo centrale che con le sue leggi, il patto di stabilità, le marce indietro su atti in parte gia compiuti (vedi contributo di perequazione) rendono difficile il compito di vararli. Le opposizioni, del resto non sono più chiare, avendo l'accesso diretto ai documenti, una volta in consiglio non riescono a spiegare al cittadino quali sono le incongruenze di questi conti.Noi siamo convinti che la situazione in cui versa il Paese sia da addebitare a chi siede a Roma, che gestisce sconsideratamente le finanze pubbliche recependo e dirottando ingenti capitali su progetti che riteniamo inutili( F35, Tav, Muos etc..) lasciando i comuni allo sbaraglio senza le idonee coperture finanziarie.Il Sindaco è convinto che la collaborazione tra comuni limitrofi può portare vantaggi economici a chi partecipa, vedi accordo Polizia Municipale, a seguire il primo tentativo, ma non ultimo, di accorpamento degli uffici tecnici, andato in fumo all'ultimo momento tra Solbiate e Marnate, deludendo i presenti, tra i quali addetti ai lavori e immobiliaristi. Sappiamo che a Marnate ci sono grossi problemi, il sindaco Cerana ha tolto le deleghe all'assessore all'urbanistica,Garavaglia e a quello allo sport, recettore di maggiori preferenze alle ultime elezioni Ceriani.Questo argomento ci sovviene il Pgt tutt'ora bloccato. Questo ha congelato anche interessi vari, ricordiamo l'azienda che ha chiesto e ottenuto l'allargamento della propria attività in paese, quando nello stesso documento si cerca di delocalizzare dal centro le attività industriali.Importante voce di spesa nel bilancio comunale riguarda lo smaltimento rifiuti, la TARES, sarebbe interessante, prendendo spunto dalla legge "RIFIUTI ZERO" allargare la collaborazione, tanto cara al sindaco Melis, tra comuni anche su questa tematica, adottando una gestione collettiva che porterebbe risparmi sia ai comuni interessati che alle famiglie, cambiando negli amministratori pubblici quella mentalità che si ostina a utilizzare canali tradizionali come unica soluzione possibile. Le alternative ci sono, ma sono radicali rispetto ai metodii tradizionali di gestire le cose, per attuarle ci vuole l'impegno di tutti , amministrazioni e cittadini. Siamo maturi per realizzarle?Altra voce all'ordine del giorno è la Farmacia comunale che verrebbe ubicata dentro il centro commerciale "Iper". La situazione è tutt'altro che chiarita, non si è ancora trovata la soluzione sul tipo di gestione da dargli. Gestione a parte, siamo leggermente dubbiosi, è meglio questa soluzione oppure poteva essere sfruttato l'ex oratorio femminile? (proprietà comunale), magari farci nascere un centro medico con annessa farmacia. Tale posizione sarebbe stata troppo comoda per i solbiatesi? Oppure si disturbava altre attività analoghe? Boh!


di seguito i link del consiglio comunale:
consiglio comunale del 29 luglio 2013 1/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 2/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 3/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 4/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 5/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 6/6

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...