DEBITO PUBBLICO

giovedì 20 giugno 2013

GIRINVALLE? NO…..GIRIALARGO!

Domenica 16 Giugno, eravamo presenti in Valle Olona, con un banchetto per la raccolta firme sulla legge d’iniziativa popolare e apolitica “RIFIUTI ZERO”. ‘La nostra presenza è stata regolarmente autorizzata dagli organi competenti, mentre tutti, organizzatori e giullari di corte, s'indignavano pensando che avremmo calpestato la legittimità delle    organizzazioni, che ci avevano negato il loro benestare.
 
 
 
 
 
  
 




 
 


Adesso che ci siamo tolti la soddisfazione di aver fatto quello che, è un diritto dei cittadini, sancito dalla nostra Costituzione, che all’art. 71 cita: "Il popolo esercita l'iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli", vorremo rispondere agli attacchi ricevuti sui blog e attraverso i giornali locali. La nostra impressione è che, attorno a noi, si muovano attori impegnati sui temi ambientali più con le parole, i proclami, che con la concretezza.

Avete organizzato questa festa dedicandola all’inquinamento della valle, un bel pensiero che noi condividiamo appieno, ma quando la Domenica è finita e il sole è tramontato che cosa è rimasto? Da Lunedi tutto come prima, Olona con la schiuma, sacchetti di immondizia gettati nei boschi e nei prati. Queste iniziative sono valide se ci sono leggi forti alle spalle, come quella che sosteniamo, fanno da garante e aiutano la sensibilità ecologica di chi, queste valli le vive. Le dediche isolate senza il supporto dei fatti non risolvono i problemi, ci si lava solo la coscienza.

Da una parte, Le Pro Loco, si arroccano dietro ai loro statuti che vietano questo tipo di attività. Bene, se questo è il problema, le regole si possono cambiare, non snaturandone le finalità, ma, cercando un clima di collaborazione e di complicità più che di chiusura e scontro. Questo percorso ci sembra di difficile soluzione, infatti, tutte queste associazioni, che siano locali o nazionali come la Croce Rossa o la Protezione Civile, nascono sicuramente con buoni propositi ma, il più delle volte, sono saldamente nelle mani dei poteri forti e dei politici, distraendole da quelle che sono le loro finalità e finendo per asservirle ai propri fini. Ci piacerebbe mettere il naso dentro queste roccaforti per verificare gli articoli che compongono i loro statuti e visionarne i bilanci. Magari in un futuro prossimo lo faremo, chissà che non vengano fuori delle sorprese.

Dall’altra, ci sono persone come il Sig. Goglio. Tempo fa, questo signore, fu oggetto di una nostra mail d’invito per un incontro con noi su temi riguardanti la valle e Pedemontana, senza ricevere risposta. Ci colpì la poca educazione dimostrata e il mancato interesse al confronto su temi comuni. Nel suo post poi, mescola le nostre parole con quelle del Sig. Fano, che in nome del M5S ma, di Castellanza, esprime il proprio punto di vista sulla faccenda. Quelle parole non sono l’espressione del nostro pensiero e non dovrebbero essere, scorrettamente, usate per rafforzare le sue critiche contro di noi. Cosi come ha toppato nel prevedere il nostro comportamento irrispettoso delle regole vigenti. Anche la stampa ha fatto la sua parte, infatti, sull’articolo de "La Settimana" si legge: “Le Pro Loco vietano ai Grillini di raccogliere firme per la legge Rifiuti Zero”, dimostrando, anche loro, di non aver capito che il M5S in questa campagna non c’entra niente!

Questo episodio deve far capire a tutti che, saremo scomodi, antipatici, irriguardosi, irruenti, ma non infrangeremo mai le leggi, qualunque esse siano, però tutti i giorni lottiamo per cercare di cambiarle. In questa bolgia di credenti ecologisti, falsi ambientalisti, imbonitori e venditori di fumo, ci meravigliano quei meccanismi misteriosi che trasformano alcune persone, magari attraverso episodi banali come scatti fotografici a zone inquinate, in simboli della lotta ambientale. Se le battaglie si vincessero con gli scatti fotografici e i filmati, avremmo risolto i nostri problemi da qualche tempo. Cosi come non capiamo il comportamento di associazioni come il “CIPTA”, che nel momento in cui hanno la possibilità di denunciare pubblicamente quanto a loro noto, non lo fanno o come Iniziativa 21058 che, prima organizza una serata pubblica contro l’insediamento del gassificatore della soc. Ely, poi, chiede alla STESSA Ely di sponsorizzare la sistemazione dei salti del fiume Olona. Strane….. iniziative di strane….. associazioni.
 
Per un’efficace lotta al degrado ambientale ci vuole l’impegno concreto di tutti,
lasciando da parte i pregiudizi di qualsiasi natura che, purtroppo, esistono e impediscono di ottenere risultati comuni. Collaboriamo e supportiamo le idee valide indipendentemente da chi le propone. Oggi purtroppo, prima di verificare se una proposta sia meritevole di attenzione, si guarda prima da chi viene, ma soprattutto se è proposta dal MoVimento 5 Stelle, è immancabilmente bocciata. Non possiamo neppure sperare di avere aiuto dai nostri politi…..canti locali, quiescenti su questi fronti, fanno sentire la loro voce polemizzando sulle solite cose, attraverso i loro giornaletti di scarsa utilità. Nessuna iniziativa popolare è stata appoggiata da questa gente, vedi Acqua Bene Comune, Zero Privilegi, No Elcon , Rifiuti Zero.

Apprendiamo,a supporto di quanto scritto, che alla riunione in Regione Lombardia tenutasi il 18 giugno 2013,sul tema "NO ELCON" nonostante l’importanza dell’incontro non viene menzionato il Comune di Solbiate Olona , ci auguriamo sia un’errore di comunicazione o una dimenticanza.

Che tristezza!

P.S: Ricordiamo nuovamente a tutti che presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Solbiate Olona è possibile firmare, fino al 31 Agosto 2013, per la legge di iniziativa popolare "RIFIUTI ZERO “. Tale invito è rivolto anche a tutte le associazioni, pro loco e istituzioni che hanno a cuore l’ambiente!

Chiudiamo con un avviso:

Attenzione, i solbiatesi vi guardano…..poi girano la faccia dalla parte opposta!!

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 


 

2 commenti:

  1. Provo nuovamente a reinserire una risposta della quale credo di aver diritto, visto che vengo chiamato in causa, anche se la precedente è stata rimossa.
    Giusto per chiarire, senza entrare nel merito di un altro sproloquio degno della Prima Repubblica, che non ho mai ricevuto alcun invito a trattare i temi citati. Come chiunque può confermare in Valle Olona, sono sempre stato e resto disponibile a chiunque voglia espormi delgi argomenti o fornirmi degli spunti Sono sempre stato e cercherò sempre di contrastare qualsiasi forma di srumentalizzazione-

    Giuseppe Goglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo consultazione interna, per evitare polemiche inutili e inconcludenti, le rinnoviamo l’invito di venirci a trovare, come già fatto il 5 Giugno 2012 direttamente nel suo post “Vecchi scheletri e nuove concessioni”, poi misteriosamente rimosso, nel locale a Solbiate Olona, via XXV Aprile 2, il Martedi sera.
      Tale incontro servirà a chiarire quanto scritto da entrambe le parti, oltre a scambiare i rispettivi punti di vista su tematiche ambientali di interesse comune.
      Nel caso in cui non volesse venire da noi, siamo disponibili a incontrarla dove riterrà opportuno, previo invito pubblico.
      Ribadiamo che, per correttezza di chi legge, questo gruppo ha deciso di non moderare nessun commento, soprattutto quelli negativi, almeno che non siano offensivi o lesivi della dignità personale, come scritto chiaramente sul blog e, quando è stato fatto, su autorizzazione dell’interessato, ne è rimasta traccia.

      Solbiate Olona 5 Stelle.

      Elimina