DEBITO PUBBLICO

mercoledì 13 marzo 2013

Consiglio comunale: CHI E’ IL PIU’ ECOLOGISTA DEL REAME?.....PROBABILMENTE LA PROVINCIA!!!!!

Il consiglio comunale che si è svolto  il 9 marzo, aveva 7 punti all’ordine del giorno, alcuni di noiosa routine altri con prospettive interessanti.  Dopo l’approvazione dei verbali precedenti, si è passati al secondo punto, illustrato dal nuovo segretario comunale, verteva sull’approvazione dei controlli interni, finalizzati a combattere il malaffare all’interno della macchina burocratica e al terzo il benestare per la ditta BEA a costruire e ampliare,in assenza di vincoli e con una variante minima (come precisato dall’assessore Caprioli).

*Progetto Solbiate si astiene  al punto 2: ”Per l’incertezza del legislatore di imporre tali regole”.

*Progetto Solbiate e  Per Solbiate al punto 3 votano contro.
Il quarto punto ci informa che il comune di Solbiate Olona in cooperazione con quello di Gorla Maggiore metterà  appunto un piano di emergenza intercomunale,  per questo  ha  partecipato al bando regionale per l’ottenimento di  contributi che serviranno a definire l’analisi dei rischi sul territorio e la risoluzione delle emergenze, come quello idrogeologico e delle grandi aziende a rischio. Il  Sindaco fa sapere che si è attivata una collaborazione tra la Protezione Civile e la caserma Ugo Mara per l’addestramento del personale.

*Per Solbiate e Progetto Solbiate si astengono sostenendo: “  Ci asteniamo pur condividendo l’iniziativa”(???).
Al punto 5 ,finalmente diciamo noi,  si afferma in modo inequivocabile  la contrarietà della nostra amministrazione all’insediamento di Elcon a Castellanza.  Si lavora per una decisione condivisa assieme ai comuni limitrofi in quanto una posizione comune sarebbe auspicabile per avere  un impatto maggiore nei confronti  di Provincia e Regione.

Il punto 6 riguardava una mozione delle opposizioni sul controllo degli impianti termici e della qualità dell’aria che presto si è trasformato in un dibattito sulla bontà di quelli funzionanti a pellets  rispetto a quelli a metano fornendo pure  indicazioni sbagliate sul potere calorifico dei due combustibili, infatti il pellet  non possiede più potere calorifico del metano, vedi tabella allegata:



POTERE CALORIFICO COMBUSTIBILI

Metano

9,54

kWh/m3

Gasolio

11,86

kWh/kg

GPL

12,80

kWh/kg

Legna secca

4,07

kWh/kg

PELLET

4,6

kWh/kg

 Noi crediamo che la qualità dell’aria sia una cosa seria, perché, se malsana ci espone a gravi rischi per la salute. Non si può trasformare un consiglio comunale in un contenitore di opinioni fini a se stesse.  Oggi Il cittadino si indirizza principalmente dove  esiste la convenienza nel riscaldarsi. La legge lo permette? le chiacchiere stanno a zero!.
Sono seguite accuse tra il Melis e i rappresentanti dell’opposizione su cosa inquinasse di più, riscaldamento o svincolo Pedemontana, anche queste schermaglie lasciano il tempo che trovano,  sono diventate un braccio di ferro su chi fosse  più ecologista tra di loro.

Quello che vogliamo sentire sono le “Proposte”, troppo facile andare a demonizzare questo o quel  tipo di riscaldamento o recriminare sul… latte (quasi) versato.

Quindi, oltre che dotarsi di una banca dati, indicazione che ha messo tutti d’accordo, noi crediamo sia importante che anche  Solbiate si munisca del PEAC (Piano Energetico Ambientale Comunale).
Si eccepirà dicendo che è obbligatorio solo per i comuni sopra i 50mila abitanti, ma ci pare di vitale importanza  averlo  perché, in estrema sintesi, è uno strumento di facile lettura per tutti i soggetti interessati, a tal fine evidenziate le normative e le tecnologie che sono legate agli usi, alle produzioni o alle trasformazioni energetiche, vengono esaminati gli aspetti che possono presentare particolari sviluppi e le tecnologie più o meno adattabili all’interno del territorio comunale. Attraverso le schede si possono dedurre i criteri per verificare la convenienza economico/ambientale di diversi sistemi e tecnologie, per i diversi settori interessati al mercato della domanda/offerta di energia presi in esame.

Quindi, non ci prendete in  giro, ci vuole la volontà di fare le cose nel modo corretto, non ubbidire cecamente ai vostri partiti, massa di incapaci e disonesti, che approvano  leggi scandalose solo per far contenti i poteri forti. L’ultima porcata in ordine di tempo, fatta quando tutti erano distratti dalle elezioni, dal gesto del Papa o da Sanremo,  arriva proprio dal ministro dell’ Ambiente Clini, il quale da bravo servitore dello  Stato  ha portato e fatto approvare in Consiglio dei Ministri un decreto che istituisce la AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) che è una legge libera tutti per chi inquina!!  Altro che PAS!!  Andate a leggerla  e poi guardatevi allo specchio se avete lo stomaco per farlo!!

Riguardo all’ultimo punto,  ovvero  la mozione impianto a biomassa, il Sindaco non ha fatto altro che ribadire quanto detto nell’assemblea pubblica del 18 Gennaio 2013, ovvero che in presenza di  un progetto, questo avrà il via libera solo se, i solbiatesi  attraverso un referendum, lo vorranno. (Procedura PAS  a parte)
Concludiamo  ricordando che i primi di Aprile (data ancora da definire) ci sarà un incontro pubblico a Solbiate Olona, organizzato dalla nostra amministrazione, che affronterà  temi  delicati come l’ambiente (Elcon, fiume Olona) e il rispetto dei  diritti sanciti da referendum popolari per i quali dovremo ancora una volta lottare:ACQUA BENE COMUNE.

Apprendiamo con grande stupore, nonostante gli autoelogi, si è ripetuto l’ennesimo parere negativo da parte della Provincia riguardante il PGT locale.
Probabilmente le nostre preoccupazioni a riguardo non erano del tutto infondate, sia nei MODI che nei TERMINI.

di seguito i link del consiglio comunale:
consiglio comunale del 09 marzo 2013  1/5
consiglio comunale del 09 marzo 2013  2/5
consiglio comunale del 09 marzo 2013  3/5
consiglio comunale del 09 marzo 2013  4/5
consiglio comunale del 09 marzo 2013  5/5





Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...