DEBITO PUBBLICO

martedì 10 dicembre 2013

LA FAME A COLPI DI RACCHETTA.....SPERANDO CHE NON NEVICHI

Apprendiamo poco meravigliati, delle dimissioni del consigliere comunale della Lega Nord sig.ra Cassarà, la seconda in ordine di tempo dopo quelle del Sig. Corti avvenute tempo fa e siamo confusi non dalla fattibilità giuridica, ma dalla rottura dell'impegno che queste persone hanno preso con i loro elettori, disatteso alcune volte per aderire a progetti più ambiziosi altre volte per meschini cambi di schieramento. Nello specifico, come gruppo 5 Stelle, non siamo interessati alle loro motivazioni dato che non sono nostri rappresentanti, ma, chi li ha votati, dovrebbe fare una bella riflessione per capire se, per questi dimissionari, siano più importanti i cittadini, i loro voti o le scalate nei rispettivi partiti. La parola "CHIAREZZA" dovrebbe essere uno dei punti chiave di ogni politico e una componente fondamentale da valutare prima di mettersi in gioco.
Il nuovo consigliere che è subentrato, signor Colombo Fabio, ci risulta non essere un solbiatese e si insedia a pochi mesi dalle elezioni comunali. Noi non crediamo possa incidere particolarmente sulla vita del consiglio comunale, così come, onestamente, non sentiremo la mancanza del consigliere uscente soprattutto per la sterilità di episodi di rilievo da ricordare, se non alcune brutte figure rimediate nei confronti del Sindaco (vedi registrazioni dei consigli comunali). Ci viene da dire, alla faccia del federalismo attento al territorio!
Una buona notizia è un surplus in entrata dovuto al fondo di perequazione per 429.000 euro, una cifra non indifferente, che si vuole destinare alla realizzazione di campi da tennis per un costo di 90.000 euro, previo smaltimento detriti esistenti 25.000 euro, valutazione della possibile sostituzione dei furgoncini in dotazione agli addetti i cimiteriali e altre vetture per circa 30.000 euro, 5.000 euro adeguamento software e 15.800 euro per informatizzazione uffici comunali. (Su questo punto avremmo molto da dire, vedi nostri post precedenti in fatto di software open source, etc.). Altra spesa, il rifacimento dell'ingresso del centro-socio culturale e relativa piazzetta. Su quest'opera non osiamo pensare quanto verrebbe a costare, visto che dopo anni, anche le opposizioni si sono improvvisamente ricordate di quanto è venuta a costare quella che noi abbiamo chiamato "La rettangolare" di via Varese.
Stride molto la proposta fatta, di devolvere solo 1.000 euro alle famiglie più bisognose, riteniamo un mero tentativo di mitigare i morsi di una crisi che attanaglia tutti, dalle famiglie alle aziende e sentire in contemporanea le proposte di spendere il resto della somma in campi da tennis e piazzette. Ricordiamo come alcuni comuni hanno fatto interventi più incisivi come rivedere la Tares, tornando alla Tarsu per incidere in modo minore nelle finanze sempre più malandate delle loro comunità.  Sarà una nostra stortura mentale ma riteniamo che simili opere siano fatte con l'unico scopo di farsi notare in vista della prossima tornata elettorale.
La riflessione finale va all'ormai noto tormentone neve, immancabile incubo di spesa inserito ogni fine anno dall'assessore Gadda.  Abbiamo capito che questo evento turba i sonni del titolare al bilancio ma questi deve farsene una ragione. Il nostro comune è a 20 chilometri dal confine svizzero e non da Lampedusa. La realtà è questa, la sua constatazione fatta una volta risulta divertente ma ripetuta per cinque anni è allucinante.
Può cambiare il ritornello facendo una promessa, se non dovesse nevicare devolva l'intero importo alle politiche sociali. Vedrà che si sentirà meglio e dormirà sereno….

di seguito i link del consiglio comunale:       

consiglio comunale del 31 ottobre 2013 1/4
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 2/4
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 3/4
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 4/4

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...

martedì 26 novembre 2013

MA … I GIOVANI DOVE SONO? QUESTO NON PUO’ ESSERE UN PAESE PER VECCHI

Vogliamo esternare il nostro pensiero sui nostri giovani e indirizzarlo, in modo speciale, a quelli di Solbiate Olona con la speranza che qualche coscienza si risvegli e capisca che è arrivato il momento di mettersi in gioco.

I giovani, una parola che è sulla bocca di tutti. Vengono nominati dai media, i nostri governanti, i segretari di partito, il nostro capo dello Stato, il Papa… tutti insomma, concordi nel dire che loro rappresentano il futuro di questo Paese, una generazione importante, un valore imprescindibile, una preziosa risorsa per tutti. 
 Peccato che nei fatti poi è esattamente l’opposto, si usano tutte le strategie per demotivarli, distrarli, allontanarli dalla politica e dalle istituzioni, perché sarebbero davvero un pericolo per questa vecchia e decrepita classe politica.
Iniziamo la disamina chiedendoci chi sono quelli che invecchiano in questo paese?
Sono tanti. In primis, forse i ladri che non pagano le tasse. 
Le strade invecchiano perché c’è meno manutenzione, le persone invecchiano prima del tempo perché si curano peggio. E forse buona parte di questo invecchiamento della società è dato dal contributo proprio dei giovani. La loro indignazione per la mancanza di lavoro, di prospettive che creino autonomia. Una famiglia è presente e viva, quanto è morta la loro capacità di incidere sulla realtà.
Molti forse si sono adagiati in un limbo, convinti che tutto intorno scorra per coincidenze e fatalità (destino), moltissimi soffrono di una visione distorta della realtà, probabilmente inconsapevoli che tutto quello che oggi esiste, non si è creato dal nulla e soprattutto non si può più considerarlo scontato, quello che stiamo perdendo sono frutto di conquiste pagate a caro prezzo: Statuto del lavoro, sanità e istruzione per tutti, emancipazione femminile…
Ai giovani è stato fatto credere che tutti possono avere accesso a tutto nell’epoca di internet, che le classi sociali non esistono più. E invece la popolazione produttiva è il 20% e la piramide sociale è presente concretamente. E quindi? Abbiamo i mezzi usiamoli nel modo migliore, informiamoci, apriamoci al sapere e alla conoscenza, mettiamo nella vita quotidiana più responsabilità e consapevolezza. Aspettare il Messia è una scelta, farsi ipnotizzare e paralizzare dalle cazzate che vi raccontano è diabolico.

In democrazia nessun fatto di vita si sottrae alla politica Mahatma Gandhi


Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...

mercoledì 6 novembre 2013

CONSIGLIO COMUNALE .....SENZA CONTRADDITTORIO

Si è tenuto il 30 ottobre il consiglio comunale, inserito in un contesto molto particolare in quanto iniziato con la presentazione del consiglio comunale dei ragazzi, che ovviamente abbiamo evitato di filmare perché i protagonisti sono minori.
Dopo il solito appello di rito, si è affrontata la possibile dismissione, se la Corte dei Conti darà parere negativo, della Solbiate Olona Servizi; ciò avverrebbe a favore di un possibile e graduale passaggio ad altre realtà come la Castellanza Servizi, che, a quanto pare, gestisce tutti i comuni della Valle Olona.
Ci piacerebbe saperne di più, compreso come avverrebbe la gestione dell'acqua pubblica: ci sono voci di un pericoloso avvicinamento a una società legata ad A2A, ricordiamo azienda indebitata per 4 Miliardi di euro e di dubbia credibilità. Speriamo, pertanto, in un chiarimento durante il prossimo consiglio.

Un fatto che ci ha molto stupito è il presunto risparmio economico realizzato con la sostituzione del segretario comunale (sig. Guerra), sempre paventato da questa amministrazione e che oggi è, invece, tornato ad essere un eccesso di spesa; tale avvicendamento è stato giustificato dal Sindaco come guadagno in termini di professionalità, ma, come sempre la verità sta nel mezzo.
Questo dimostra, ancora una volta, che si cerca sempre di nascondere qualcosa, come anche nel caso dell'approvazione del nuovo regolamento di Protezione Civile: non capiamo perché sia stata creata una normativa "ad personam" .Nonostante essa rispetti i termini di legge, non la riteniamo necessaria e ci chiediamo se era così indispensabile questa svolta.

Spesso ci si appella ai "termine di legge" o ai modi di dire quali "la legge ce lo consente" o "altri Comuni lo fanno"; a noi piacerebbe un'amministrazione che operi comunque nel rispetto della legge, ma che tenga conto della volontà popolare.

In merito alla comunicazione consegnataci dal dott. Guerra, ci meraviglia il passaggio in cui egli stesso sostiene quanto segue: <<Basta la gratificazione di non dover più avere a che fare con una compagine in cui non mi sentivo e, senz'altro, non ero adeguato>>:
ci sembrano frasi inopportune ora, avrebbe potuto dimettersi prima se si riteneva insoddisfatto e le sue motivazioni erano così forti.

A conclusione del consiglio comunale, siamo stati avvicinati dal Sindaco che contestava, a suo dire, una mancanza di contraddittorio in riferimento al video già pubblicato e intitolato "OSTRUZIONISMO GRATUITO.....PERCHE'?".
Volevamo ricordare che il nostro blog non è un giornalino cartaceo, nè un manifesto o tanto meno un volantino, in quanto permette a chiunque di commentare ed esercitare un diritto di replica.


di seguito i link del consiglio comunale:

consiglio comunale del 31 ottobre 2013 1/7
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 2/7
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 3/7
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 4/7
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 5/7
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 6/7
consiglio comunale del 31 ottobre 2013 7/7




Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 

mercoledì 30 ottobre 2013

OSTRUZIONISMO GRATUITO.....PERCHÉ?

Giovedi 17 ottobre, ci siamo recati presso l'area industriale "ex-cotonificio Ponti" attualmente "proprieta' Marcora", per un intervista informativa inerente agli accadimenti avvenuti in quell'area.
Dopo l'intervista abbiamo rafforzato il nostro pensiero sulla bontà di quanto realizzato e non comprendiamo l'ostruzionismo dell'amministrazione nei Suoi confronti.
*Su espressa richiesta della Sig.ra Dal Sen, non e' stata resa visibile la Sua immagine.
 

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 

AGGIORNAMENTO DA GADESCO PIEVE DELMONA

Come promesso nel precedente post, Vi aggiorniamo sugli ultimi sviluppi della centrale a biomasse (pirogassificatore) sequestrata a Cremona perché inquinante.*

Di seguito l'ordinanza comunale:


questa è la realta dei fatti.....

 

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...


mercoledì 23 ottobre 2013

BIOBALLE NEWS.....E NON DOVREMMO PREOCCUPARCI?!?!?

EDIZIONE STRAORDINARIA
 
leggete qui:
 
 
e dal

 

Ci riserviamo di approfondire la notizia successivamente e Vi terremo aggiornati...

 
 Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...

martedì 22 ottobre 2013

PATTO DEI SINDACI..... E NOI?

In data 21 Ottobre 2013 abbiamo protocollato, nella casa comunale, la richiesta di adesione al "Patto dei Sindaci" nato dopo l'adozione da parte della U.E. del piano unilaterale volto alla diminuzione delle emissioni di CO2 in atmosfera del 20% entro il 2020.

Questo ambizioso traguardo ci vede tutti protagonisti e ci aiuterà a migliorare la qualità di vita, contestualmente ci impegnerà a utilizzare fonti energetiche alternative al fossile, con graduale miglioramento della nostra salute continuamente minata dall’inquinamento.

Con le nostre iniziative vogliamo arrivare a due risultati, primo cercare di vincere l'idiosincrasia che questa amministrazione ha palesemente mostrato in questi anni verso le tematiche ambientali, secondo una reattività maggiore verso temi che si dimostrano delicati per tutta la collettività solbiatese.


Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.



Stay tuned...

lunedì 7 ottobre 2013

SABATO MATTINO...CONSIGLIO REPENTINO

Nella mattinata del 28 settembre, si e' svolto il consiglio comunale avente il seguente ODG:
 

 

di seguito il link del consiglio comunale:
consiglio comunale Solbiate Olona del 28.09.2013

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 


mercoledì 14 agosto 2013

CALDE SENSAZIONI, IN UN MARE DI PREVISIONI

Il consiglio comunale del 29/7/13 aveva diversi punti all'ordine del giono, passeremo velocemente in rassegna quelli degni di nota.
Dal punto di vista dl bilancio comunale, le cose non cambiano molto. Quello attuale viene approvato molto avanti, quelli previsionali sono fumosi, la fideiussione della piscina una volta non è contemplata, quella dopo è calcolata. 
Quelli previsionali sono difficili da redigere, troppe incognite, la colpa viene data al governo centrale che con le sue leggi, il patto di stabilità, le marce indietro su atti in parte gia compiuti (vedi contributo di perequazione) rendono difficile il compito di vararli. Le opposizioni, del resto non sono più chiare, avendo l'accesso diretto ai documenti, una volta in consiglio non riescono a spiegare al cittadino quali sono le incongruenze di questi conti.Noi siamo convinti che la situazione in cui versa il Paese sia da addebitare a chi siede a Roma, che gestisce sconsideratamente le finanze pubbliche recependo e dirottando ingenti capitali su progetti che riteniamo inutili( F35, Tav, Muos etc..) lasciando i comuni allo sbaraglio senza le idonee coperture finanziarie.Il Sindaco è convinto che la collaborazione tra comuni limitrofi può portare vantaggi economici a chi partecipa, vedi accordo Polizia Municipale, a seguire il primo tentativo, ma non ultimo, di accorpamento degli uffici tecnici, andato in fumo all'ultimo momento tra Solbiate e Marnate, deludendo i presenti, tra i quali addetti ai lavori e immobiliaristi. Sappiamo che a Marnate ci sono grossi problemi, il sindaco Cerana ha tolto le deleghe all'assessore all'urbanistica,Garavaglia e a quello allo sport, recettore di maggiori preferenze alle ultime elezioni Ceriani.Questo argomento ci sovviene il Pgt tutt'ora bloccato. Questo ha congelato anche interessi vari, ricordiamo l'azienda che ha chiesto e ottenuto l'allargamento della propria attività in paese, quando nello stesso documento si cerca di delocalizzare dal centro le attività industriali.Importante voce di spesa nel bilancio comunale riguarda lo smaltimento rifiuti, la TARES, sarebbe interessante, prendendo spunto dalla legge "RIFIUTI ZERO" allargare la collaborazione, tanto cara al sindaco Melis, tra comuni anche su questa tematica, adottando una gestione collettiva che porterebbe risparmi sia ai comuni interessati che alle famiglie, cambiando negli amministratori pubblici quella mentalità che si ostina a utilizzare canali tradizionali come unica soluzione possibile. Le alternative ci sono, ma sono radicali rispetto ai metodii tradizionali di gestire le cose, per attuarle ci vuole l'impegno di tutti , amministrazioni e cittadini. Siamo maturi per realizzarle?Altra voce all'ordine del giorno è la Farmacia comunale che verrebbe ubicata dentro il centro commerciale "Iper". La situazione è tutt'altro che chiarita, non si è ancora trovata la soluzione sul tipo di gestione da dargli. Gestione a parte, siamo leggermente dubbiosi, è meglio questa soluzione oppure poteva essere sfruttato l'ex oratorio femminile? (proprietà comunale), magari farci nascere un centro medico con annessa farmacia. Tale posizione sarebbe stata troppo comoda per i solbiatesi? Oppure si disturbava altre attività analoghe? Boh!


di seguito i link del consiglio comunale:
consiglio comunale del 29 luglio 2013 1/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 2/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 3/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 4/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 5/6
consiglio comunale del 29 luglio 2013 6/6

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 

martedì 16 luglio 2013

INFO@PRIVATI_CITTADINI

Eravamo presenti come privati cittadini per la campagna " RIFIUTI ZERO " alla 2° festa provinciale di SEL, a dimostrazione che il perseguimento degli obiettivi comuni , non ha bandiere ma solo tanta determinazione su questioni determinanti per TUTTI !
Questo episodio è una delle tante belle dimostrazioni di buon senso civico senza arroccarsi dietro a pseudo-regolamenti (n.d.r. Girinvalle).







mercoledì 10 luglio 2013

QUALCOSA SI STA MUOVENDO?...( FORSE )

Vorremmo informare i cittadini che, tramite il Consigliere Regionale 5 Stelle Paola Macchi, la Regione Lombardia ha effettuato le verifiche presso tutti i comuni sull'asta del fiume.

Riportiamo in sintesi un estratto dal quale possiamo trarre delle interessanti conclusioni

IMPEGNI FINALIZZATI AL COMPLETAMENTO DEL QUADRO DELLE CONOSCENZE

A) Verifica allacciamenti alla rete fognaria scarichi industriali

Sono stati richiesti ai gestori degli impianti di depurazione gli elenchi delle aziende allacciate alla rete fognaria (che i gestori individuano in base al contatto di allaccio)

Ufficio d'Ambito procederà progressivamente interpellando le aziende al fine di verificare l'esistenza di una autorizzazione allo scarico, nell'eventuale completamento dei dati necessari all'archivio scarichi, nell'eventuale rilascio di nuova autorizzazione o di integrazione di autorizzazione nei casi in cui le aziende non ne avessero oppure nei casi di inadeguatezza dell'autorizzazione stessa.

Nei casi più critici, di autorizzazioni che prevedono deroghe ai limiti di legge per lo scarico di sostanze inquinanti, si esaminerà più approfonditamente la situazione singola al fine di decidere il superamento della deroga (relativamente alla capacità dell'impianto di depurazione di garantire un buon risultato)

I comuni invece procederanno, con i propri uffici tecnici, a verificare se tutte le aziende con attività produttive che presentano scarichi industriali, sono presenti in questo elenco o nell'elenco degli scarichi industriali diretti in corso d'acqua autorizzati dalla provincia.

Con questa attività si mira a individuare la presenza di scarichi industriali non autorizzati o non collettati.

Da sottolineare che questa attività riguarda gli scarichi industriali e non quelli domestici come fu detto nella riunione sul fiume olona dal sindaco di Gorla Maggiore.

B) Verifica scarichi in Olona esistenti

Si consegna la tabella A) Scarichi in corpo idrico autorizzati dalla Provincia che elenca tutti gli scarichi autorizzati, che quindi hanno caratteristiche conformi alle norme e inoltre sono oggetto di periodici controlli.

Si consegna inoltre la tabella B) Scarichi individuati con il censimento scarichi che contiene l'elenco di punti di scarico rilevati con attività di sopraluogo diretto a fiume.

Come è evidente gli scarichi della tabella B sono più numerosi di quelli di tabella A.

E' necessario capire cosa sono gli scarichi del censimento non compresi tra quelli autorizzati.

Possiamo avere molti casi:

vecchi scarichi fognari comunali dismessi

scarichi di acque reflue civili di singole abitazioni non collettate

scarichi di fognatura bianca, o comunque di acque meteoriche

scarichi di fognature comunali che erroneamente non sono state collettate

scarichi abusivi

Sarebbe utile conoscere il tipo di scarico al fine di capire il rischio che da questi possa provenire contributi inquinanti

Si suggerisce di segnare la natura degli scarichi di cui si riesce a conoscere l'origine sulla tabella stessa

C) Verifica schedatura sfioratori

Ufficio d'ambito fa avere l'elenco delle schede redatte in fase di ricognizione delle infrastrutture con cui si sono schedati tutti gli sfioratori e le stazioni di sollevamento..

E' necessario:

verificare la completezza per il proprio comune, nel caso si conoscesse l'esistenza di altri punti, occorre predisporre una apposita scheda aggiuntiva che si consegnerà poi all'Ufficio d'Ambito.

Verificare se tutti questi sfioratori sono in condizione di manutenzione accettabile, oppure se sono “abbandonati”. In questo secondo caso occorre inserirli in un programma di pulizia e manutenzione.

Porre attenzione a quegli impianti che presentano errori costruttivi (errore di livello, di posizionamento, ecc) oppure che presentano malfunzionamenti, sia che ciò sia scritto nella scheda sia che non sia stato rilevato (in questo caso va integrata)

https://mail.google.com/mail/images/edMenu=allposts;postNum=0;src=po

Speriamo che tutto questo abbia un seguito e soprattutto una soluzione e che oltre a sottoscrivere tale impegno bisognerebbe anche perseguirlo

Queste intanto, sono le condizioni del fiume alla fine di giugno...

 
Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.
 
Stay tuned...
 

giovedì 20 giugno 2013

GIRINVALLE? NO…..GIRIALARGO!

Domenica 16 Giugno, eravamo presenti in Valle Olona, con un banchetto per la raccolta firme sulla legge d’iniziativa popolare e apolitica “RIFIUTI ZERO”. ‘La nostra presenza è stata regolarmente autorizzata dagli organi competenti, mentre tutti, organizzatori e giullari di corte, s'indignavano pensando che avremmo calpestato la legittimità delle    organizzazioni, che ci avevano negato il loro benestare.
 
 
 
 
 
  
 




 
 


Adesso che ci siamo tolti la soddisfazione di aver fatto quello che, è un diritto dei cittadini, sancito dalla nostra Costituzione, che all’art. 71 cita: "Il popolo esercita l'iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli", vorremo rispondere agli attacchi ricevuti sui blog e attraverso i giornali locali. La nostra impressione è che, attorno a noi, si muovano attori impegnati sui temi ambientali più con le parole, i proclami, che con la concretezza.

Avete organizzato questa festa dedicandola all’inquinamento della valle, un bel pensiero che noi condividiamo appieno, ma quando la Domenica è finita e il sole è tramontato che cosa è rimasto? Da Lunedi tutto come prima, Olona con la schiuma, sacchetti di immondizia gettati nei boschi e nei prati. Queste iniziative sono valide se ci sono leggi forti alle spalle, come quella che sosteniamo, fanno da garante e aiutano la sensibilità ecologica di chi, queste valli le vive. Le dediche isolate senza il supporto dei fatti non risolvono i problemi, ci si lava solo la coscienza.

Da una parte, Le Pro Loco, si arroccano dietro ai loro statuti che vietano questo tipo di attività. Bene, se questo è il problema, le regole si possono cambiare, non snaturandone le finalità, ma, cercando un clima di collaborazione e di complicità più che di chiusura e scontro. Questo percorso ci sembra di difficile soluzione, infatti, tutte queste associazioni, che siano locali o nazionali come la Croce Rossa o la Protezione Civile, nascono sicuramente con buoni propositi ma, il più delle volte, sono saldamente nelle mani dei poteri forti e dei politici, distraendole da quelle che sono le loro finalità e finendo per asservirle ai propri fini. Ci piacerebbe mettere il naso dentro queste roccaforti per verificare gli articoli che compongono i loro statuti e visionarne i bilanci. Magari in un futuro prossimo lo faremo, chissà che non vengano fuori delle sorprese.

Dall’altra, ci sono persone come il Sig. Goglio. Tempo fa, questo signore, fu oggetto di una nostra mail d’invito per un incontro con noi su temi riguardanti la valle e Pedemontana, senza ricevere risposta. Ci colpì la poca educazione dimostrata e il mancato interesse al confronto su temi comuni. Nel suo post poi, mescola le nostre parole con quelle del Sig. Fano, che in nome del M5S ma, di Castellanza, esprime il proprio punto di vista sulla faccenda. Quelle parole non sono l’espressione del nostro pensiero e non dovrebbero essere, scorrettamente, usate per rafforzare le sue critiche contro di noi. Cosi come ha toppato nel prevedere il nostro comportamento irrispettoso delle regole vigenti. Anche la stampa ha fatto la sua parte, infatti, sull’articolo de "La Settimana" si legge: “Le Pro Loco vietano ai Grillini di raccogliere firme per la legge Rifiuti Zero”, dimostrando, anche loro, di non aver capito che il M5S in questa campagna non c’entra niente!

Questo episodio deve far capire a tutti che, saremo scomodi, antipatici, irriguardosi, irruenti, ma non infrangeremo mai le leggi, qualunque esse siano, però tutti i giorni lottiamo per cercare di cambiarle. In questa bolgia di credenti ecologisti, falsi ambientalisti, imbonitori e venditori di fumo, ci meravigliano quei meccanismi misteriosi che trasformano alcune persone, magari attraverso episodi banali come scatti fotografici a zone inquinate, in simboli della lotta ambientale. Se le battaglie si vincessero con gli scatti fotografici e i filmati, avremmo risolto i nostri problemi da qualche tempo. Cosi come non capiamo il comportamento di associazioni come il “CIPTA”, che nel momento in cui hanno la possibilità di denunciare pubblicamente quanto a loro noto, non lo fanno o come Iniziativa 21058 che, prima organizza una serata pubblica contro l’insediamento del gassificatore della soc. Ely, poi, chiede alla STESSA Ely di sponsorizzare la sistemazione dei salti del fiume Olona. Strane….. iniziative di strane….. associazioni.
 
Per un’efficace lotta al degrado ambientale ci vuole l’impegno concreto di tutti,
lasciando da parte i pregiudizi di qualsiasi natura che, purtroppo, esistono e impediscono di ottenere risultati comuni. Collaboriamo e supportiamo le idee valide indipendentemente da chi le propone. Oggi purtroppo, prima di verificare se una proposta sia meritevole di attenzione, si guarda prima da chi viene, ma soprattutto se è proposta dal MoVimento 5 Stelle, è immancabilmente bocciata. Non possiamo neppure sperare di avere aiuto dai nostri politi…..canti locali, quiescenti su questi fronti, fanno sentire la loro voce polemizzando sulle solite cose, attraverso i loro giornaletti di scarsa utilità. Nessuna iniziativa popolare è stata appoggiata da questa gente, vedi Acqua Bene Comune, Zero Privilegi, No Elcon , Rifiuti Zero.

Apprendiamo,a supporto di quanto scritto, che alla riunione in Regione Lombardia tenutasi il 18 giugno 2013,sul tema "NO ELCON" nonostante l’importanza dell’incontro non viene menzionato il Comune di Solbiate Olona , ci auguriamo sia un’errore di comunicazione o una dimenticanza.

Che tristezza!

P.S: Ricordiamo nuovamente a tutti che presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Solbiate Olona è possibile firmare, fino al 31 Agosto 2013, per la legge di iniziativa popolare "RIFIUTI ZERO “. Tale invito è rivolto anche a tutte le associazioni, pro loco e istituzioni che hanno a cuore l’ambiente!

Chiudiamo con un avviso:

Attenzione, i solbiatesi vi guardano…..poi girano la faccia dalla parte opposta!!

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 


 

martedì 4 giugno 2013

ELY…… DELLA VALLE

Sarà' un'impressione ma ci sembra di essere in piena campagna elettorale, leggiamo dal volantino della giunta comunale le solite cose, dette e ribattute nei vari consigli su ciò che è stato fatto e quelli che sono gli   impegni presi, attacco all'opposizione, infine lezione sulle spese sostenute e  gran finale, l’immancabile bravura nel trovare il pareggio di bilancio.
Ci sembra però, come da noi rimarcato che la voce riguardante il milione di euro fuori bilancio non sia chiarita, perlomeno a noi cittadini non sono giunte novita' al riguardo, ma ci piacerebbe saperne qualcosa di più'. TREMONTI DOCET!

Veniamo a sapere che sono stati donati due defibrillatori alla U.C. Solbiatese da parte di ELY SpA. Il gesto, importante e meritevole, porta in dote alla società calcistica strumenti salva vita. Questa azienda, in buoni rapporti con la nostra amministrazione comunale, ha sponsorizzato anche la manifestazione “Echi della Valle” che, come è noto, culmina con la cena offerta gratuitamente a tutti dai vari benefattori, quale sarà la prossima sponsorizzazione?  FORSE una campagna elettorale?

Queste iniziative ci fanno capire che ELY SpA sta cercando di inserirsi nel tessuto sociale del paese, entrare a far parte della vita quotidiana di tutti noi e per farlo ha scelto, per il momento, una associazione sportiva locale. Che c’è di strano direte voi, un gesto del genere non si discute ma si apprezza. Certo, ma noi siamo molto prudenti, da una parte non dimentichiamo chi è ELY SpA e dall’altra sappiamo che le associazioni sportive di Solbiate Olona sono  corteggiate  per i motivi più svariati, sia durante le tornate elettorali che in altri momenti per trovare la giusta visibilità in paese. Ci seccherebbe vedere questi signori (ELY), accompagnati alla porta sul progetto cogeneratore, rientrare dalla finestra….

Da cittadini stiamo appoggiando la proposta di legge chiamata “RifiutiZero”, come facciamo per l’acqua pubblica e lo faremo per tutte le iniziative che ci sembreranno meritevoli di appoggio. Essendo di iniziativa popolare è rigorosamente esente da colori politici o logiche di partito. Per poter divulgare al massimo la proposta abbiamo pensato di allestire un banchetto durante la manifestazione “Girinvalle” del 16 Giugno, evento che attira migliaia di persone lungo il fiume Olona. Per i permessi, ci siamo rivolti alla Pro Loco locale, sicuri che le due iniziative potessero andare a braccetto, infatti, una pubblicizza la riscoperta della nostra valle Olona, con  la speranza di riuscire ad avere un territorio più vivibile e un fiume meno inquinato, cosa che crediamo possa avvenire attraverso la collaborazione di tutti i soggetti interessati. Il banchetto richiama l’attenzione della collettività su una proposta che dovrebbe essere molto sentita, quella di  togliere, attraverso la raccolta differenziata e una nuova gestione dei rifiuti, l'aria malsana prodotta dai termovalorizzatori che bruciano la nostra salute e i nostri soldi.
Non pensate che le cose possano andare a braccetto? La risposta è stata negativa, non si può fare, forse ai vertici Pro Loco interessa poco l’ecologia, forse si nega per le persone che hanno fatto la richiesta, forse non è stato organizzato dal solito gruppetto di politici locali, ai quali interessano poco queste tematiche, dato che sono impegnati a guardarsi attorno in attesa della campagna acquisti per le future elezioni?
Noi non disperiamo, stiamo lavorando per cercare di piazzare un banchetto  il giorno della festa, basta trovare chi è sensibile a queste grandi sfide che ci attendono. Se tutto andrà per il verso giusto ci vedremo domenica 16 Giugno  in Valle Olona... ricordando che:     

 "La terra ha risorse sufficienti per i bisogni di tutti, ma non per l'avidità di tutti"     
                                                                                           Mahatma Gandhi

Ricordiamo a tutti l'importante serata di VENERDI' 07 giugno p.v. presso il MUSEO DEL TESSILE di BUSTO ARSIZIO, Via Galvani 2.
INOLTRE VI CHIEDIAMO DI NON FAR MANCARE LA VOSTRA IMPORTANTE FIRMA PRESSO L'UFFICIO ANAGRAFE DEL COMUNE DI SOLBIATE OLONA.


Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 

mercoledì 8 maggio 2013

LA COERENZA.....DELLA INCOERENZA Consiglio comunale del 6 Maggio 2013

Si è' tenuto nella serata del 6 maggio il consiglio comunale con 4 punti all'ordine del giorno, e come spesso capita, passa veloce il  primo punto: " lettura e approvazione verbali precedenti" e relativa votazione.
Successivamente si e' passati al rendiconto gestione finanziaria 2012, uno dei punti più' importanti nella vita di un comune.
Come vuole la prassi l'assessore Gadda snocciola le voci più' importanti  che vanno dalle spese per il personale c.ca 600.000 €, per il sociale, per l'energia, ecc. ecc. ha evidenziato il fatto che il comune e' riuscito a saldare tutte le fatture dell'anno precedente, non avendo piu' passivo in quell'ambito riuscendo altresì a pagare le spese dei primi tre mesi dell'anno in corso, comprensive dei lavori  cimiteriali di circa 300.000 euro.
Non si capiscono però alcune voci di debiti, per svariati milioni di euro, come rimarcato dal consigliere Bianchi, visto che non è' stata considerata nemmeno la  fideiussione della piscina. I presenti, nonostante i 2 professionisti in consiglio, non hanno capito a questo punto se esistono e come stanno effettivamente le cose.
Siamo certi che prossimamente ci sarà la pubblicazione del rendiconto finanziario on-line come previsto dalla legge, affinché' tutti possano fare chiarezza nel "grande lavoro svolto da questa giunta per i cittadini solbiatesi"e sbandierato a fine Consiglio dal sindaco Melis.

Abbiamo assistito anche in questo punto, al comportamento incoerente tenuto da ambedue le parti, che prima si promettono, pacatezza e collaborazione e poi finiscono in un acceso scontro verbale.
Da evidenziare al punto 4, la mozione presentata dall'ANPI, con lettura e votazione della stessa, contro ogni azione xenofoba e fascista, problema avvertito anche nel nostro territorio.
Prima del termine, il Consiglio è stato sospeso  per dare la possibilità' al Presidente Angelo Colombo, che ha evidenziato l'attività della Associazione nelle scuole, per sensibilizzare le coscienze dei nostri giovani.
Auspicavamo, vista la problematica, una votazione all'unanimità', mentre si è' riscontrata un'astensione ed un voto contrario.      
NO COMMENT!!!!!


di seguito i link del consiglio comunale:
consiglio comunale del 06 maggio 2013 1/4
consiglio comunale del 06 maggio 2013 2/4
consiglio comunale del 06 maggio 2013 3/4
consiglio comunale del 06 maggio 2013 4/4

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...
 

martedì 23 aprile 2013

CONSIGLIO CHE VAI …..CAVILLO CHE TROVI

In questo consiglio comunale erano all’ordine del giorno 4 punti che riepilogheremo annotando i vari interventi di rilievo che ci sono stati.

Al primo punto, approvazione dei verbali precedenti, il consigliere di minoranza Colombo interviene a proposito delle delibere n. 6 e 7, dichiarando di aver trovato imprecisioni tra quanto detto in sede di consiglio comunale e i relativi verbali della serata, precisando anche che la richiesta di intervenire sul PGT per poter regolamentare l’uso della PAS, da parte di soggetti privati (vedi ELY), non è istigazione a delinquere ma prevista dalla legge.

Il sindaco non lo degna neppure di replica e passa alla votazione.

Il secondo punto focalizza la richiesta per una farmacia pubblica, avendo ricevuto parere favorevole da parte di Regione Lombardia, si richiede la conferma per portare a termine il progetto. L’opposizione chiede l’atto di indirizzo per poter discutere in consiglio comunale i termini della gestione. Il Sindaco promette alle opposizioni che accetta di rinviare al relativo atto deliberativo consiliare la definizione delle modalità di gestione della nuova farmacia comunale per quanto concerne gli atti di indirizzo, come specificato dal segretario comunale.

Terzo punto, che noi reputiamo di massima importanza, il regolamento comunale per l’accesso e la fruizione dei servizi socio assistenziali che non sono cambiati sostanzialmente, dice l’Assessore Aspesani, avendo lasciato pressochè invariati i dati ISEE, sono stati regolamentati i servizi S.A.D. aumentando le ore di assistenza, i pasti domiciliari e prestando maggiore attenzione alle richieste di ricovero, che sono sottoposte a decisione da parte della giunta.
Interviene il consigliere Colombo che fa notare un banale errore sul numero della delibera che corrisponde a un altro atto e per quanto riguarda le procedure di accesso, successivamente critica i 60 giorni di tempo, ritenendoli troppi, per accogliere o rigettare la richiesta di assistenza per il ricovero in strutture assistenziali, cosi come valuta ingiusta l’automatica esclusione del richiedente se possiede un patrimonio immobiliare. Il Sindaco concede la possibilità di modificare il processo di valutazione inserendo la frase “potrà essere motivo di esclusione”.

Altra grande vittoria dell’opposizione si ha nel quarto punto, approvazione regolamento consulta sportiva, quando per voce di Colombo chiede di modificare l’art. 8 del regolamento alla voce “tre membri sono nominati dalla giunta di cui uno rappresentante la minoranza” viene chiesto di modificare in “proposto dalla minoranza”. Il Sindaco concede la possibilità della rettifica.
Non crediamo che questi comportamenti volti ad ottenere le briciole possano essere chiamati seria opposizione, con questo comportamento apatico e perditempo il mandato del Melis è filato liscio senza nessun ostacolo, ci pare di capire che si campa fino alle nuove elezioni.

Speriamo che i solbiatesi vedano i filmati su ”Youtube” come dice Colombo Antonello, senza mai citare la fonte, per accorgersi di quello che sanno fare i loro rappresentanti in consiglio comunale.

Noi attendiamo sulla sponda del fiume, per il momento è passato il cadavere del PD. Ma siamo fiduciosi, le sorprese non finiscono mai. 

di seguito i link del consiglio comunale:
consiglio comunale del 17 aprile 2013  1/2
consiglio comunale del 17 aprile 2013  2/2

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...

mercoledì 17 aprile 2013

ARIA ACQUA & FIUMI.....DI PAROLE

Hostess e Protezione Civile, hanno accolto i partecipanti alla serata pubblica organizzata dal nostro Sindaco Melis il 12 aprile. Presenti i primi cittadini del medio Olona  e i consiglieri regionali Luca Marsico (PDL) e Paola Macchi (M5S). Non pervenuto il capogruppo del PD in regione Alessandro Alfieri.
Argomenti della serata: l'impianto Elcon é un mostro ecologico, non si deve fare; lo stato delle acque del fiume Olona é pessimo e c'é una presenza continua della schiuma sulla superficie. L'acqua deve essere pubblica, ma le tariffe sono insufficienti per garantire un servizio decente.
Insomma, a questo incontro con tema "inquinamento del fiume Olona" é stata ripetuta per l'ennesima volta la solita cronistoria delle problematiche antiche e nuove irrisolvibili che affliggono la Valle Olona. Ma perché questi problemi non si riescono a risolvere? Questa é la domanda sollevata più volte con una certa forza dai cittadini. Perché dopo oltre mezzo secolo stiamo ancora parlando dell'Olona inquinato e dello sfruttamento del territorio della Valle da parte di aziende petrolchimiche? Le amministrazioni sembrano impotenti. Si rimpallano la responsabilità tra Comuni, Provincia, Regione: mancano i fondi per ammodernare la rete e per sostituire i depuratori ( di ben 29 anni fa), il personale ARPA é insufficiente per garantire controlli efficienti. 
Ma quando si parla di scarichi in deroga gli animi si scaldano...perché ad alcune aziende, ben 20 nella provincia di Varese, viene concesso di scaricare i propri rifiuti industriali date le condizioni allarmanti del fiume? 
L'unico a denunciare episodi poco chiari sulla bontà  dei comportamenti dei firmatari del Contratto di Fiume (Comuni, Provincia e Regione) è stato il Sig. Paleardi , rappresentante della commissione sul torrente Lura, che denuncia  spese inutili, come 1.000.000.000 € per i rilevamenti aerei da elicottero con scanner laser e sistema camera a infrarossi per realizzare una mappa tridimensionale del bacino. Ha ricordato anche che sarà impossibile rispettare i tempi (entro 2015) imposti dalla direttiva 2000/60 dell'U.E. al nostro Paese per risanare lo stato delle acque del fiume. Questo significa che i cittadini dovranno pagare l'ennesima multa per l'inefficienza della Pubblica Amministrazione! 
Quella di venerdì é stata perciò una serata animata ma inconcludente, in cui i soliti comitati di cittadini denunciano i gravi problemi del territorio e le amministrazioni si fingono impotenti come se non avessero governato in questi anni. 

Vogliamo iniziare premettendo quale sia il nostro punto di vista sulla necessità di  questi incontri aventi come oggetto i temi ambientali,  li riteniamo interessanti in linea di principio, in alcuni casi fondamentali, focalizzano le problematiche e le criticità che la comunità deve affrontare per difendersi spesso da pericoli che la nostra politica crea, ma soprattutto sono propedeutici per i nostri amministratori, che un poco alla volta, dovrebbero rivalutare doti come la disponibilità e l’ascolto dei loro amministrati, pregi che constatiamo essere, in molti casi, ancora lontani.
Spesso però, queste serate, organizzate sovente da ambientalisti dell’ultima ora, si avvitano su se stesse, non si arriva a costruire nessun progetto concretizzabile, ma si riducono ad una cronistoria delle problematiche (note a tutti) impossibili da risolvere, dato che nella  maggioranza dei casi sono riconducibili a leggi mal fatte o alla malafede politica nazionale, regionale o provinciale.
Quella di Solbiate Olona quindi, al contrario di quanto affermato dal sindaco Melis, ci è sembrata appartenere alla seconda categoria, quella che ripropone il pianto di coccodrillo dei vari soggetti  interessati, che vanno dalla carenza di personale dell’ ARPA, ai fondi assenti o finanziamenti indisponibili (Sindaci),agli impianti vetusti (depuratori), alla denuncia degli scarichi in deroga, finendo con Legambiente che ricopre la figura di megafono.
In conclusione, chi ha letto il comunicato del Melis sulla questione PGT/Azienda Speciale
ha certamente capito che la risposta che ci ha dato era volutamente accomodante per la Provincia, mentre ci sentiamo di dare un modesto suggerimento per i prossimi eventuali incontri, nominare moderatori  che sappiano gestire la serata con equilibrio e non siano troppo accomodanti verso  il politico di turno, lasciando che rispondano alla comunità affrontando le domande che tendono sempre ad evitare, altrimenti  le serate è meglio passarle facendo altro.

di seguito il video integrale della serata:

 Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...

mercoledì 13 marzo 2013

Consiglio comunale: CHI E’ IL PIU’ ECOLOGISTA DEL REAME?.....PROBABILMENTE LA PROVINCIA!!!!!

Il consiglio comunale che si è svolto  il 9 marzo, aveva 7 punti all’ordine del giorno, alcuni di noiosa routine altri con prospettive interessanti.  Dopo l’approvazione dei verbali precedenti, si è passati al secondo punto, illustrato dal nuovo segretario comunale, verteva sull’approvazione dei controlli interni, finalizzati a combattere il malaffare all’interno della macchina burocratica e al terzo il benestare per la ditta BEA a costruire e ampliare,in assenza di vincoli e con una variante minima (come precisato dall’assessore Caprioli).

*Progetto Solbiate si astiene  al punto 2: ”Per l’incertezza del legislatore di imporre tali regole”.

*Progetto Solbiate e  Per Solbiate al punto 3 votano contro.
Il quarto punto ci informa che il comune di Solbiate Olona in cooperazione con quello di Gorla Maggiore metterà  appunto un piano di emergenza intercomunale,  per questo  ha  partecipato al bando regionale per l’ottenimento di  contributi che serviranno a definire l’analisi dei rischi sul territorio e la risoluzione delle emergenze, come quello idrogeologico e delle grandi aziende a rischio. Il  Sindaco fa sapere che si è attivata una collaborazione tra la Protezione Civile e la caserma Ugo Mara per l’addestramento del personale.

*Per Solbiate e Progetto Solbiate si astengono sostenendo: “  Ci asteniamo pur condividendo l’iniziativa”(???).
Al punto 5 ,finalmente diciamo noi,  si afferma in modo inequivocabile  la contrarietà della nostra amministrazione all’insediamento di Elcon a Castellanza.  Si lavora per una decisione condivisa assieme ai comuni limitrofi in quanto una posizione comune sarebbe auspicabile per avere  un impatto maggiore nei confronti  di Provincia e Regione.

Il punto 6 riguardava una mozione delle opposizioni sul controllo degli impianti termici e della qualità dell’aria che presto si è trasformato in un dibattito sulla bontà di quelli funzionanti a pellets  rispetto a quelli a metano fornendo pure  indicazioni sbagliate sul potere calorifico dei due combustibili, infatti il pellet  non possiede più potere calorifico del metano, vedi tabella allegata:



POTERE CALORIFICO COMBUSTIBILI

Metano

9,54

kWh/m3

Gasolio

11,86

kWh/kg

GPL

12,80

kWh/kg

Legna secca

4,07

kWh/kg

PELLET

4,6

kWh/kg

 Noi crediamo che la qualità dell’aria sia una cosa seria, perché, se malsana ci espone a gravi rischi per la salute. Non si può trasformare un consiglio comunale in un contenitore di opinioni fini a se stesse.  Oggi Il cittadino si indirizza principalmente dove  esiste la convenienza nel riscaldarsi. La legge lo permette? le chiacchiere stanno a zero!.
Sono seguite accuse tra il Melis e i rappresentanti dell’opposizione su cosa inquinasse di più, riscaldamento o svincolo Pedemontana, anche queste schermaglie lasciano il tempo che trovano,  sono diventate un braccio di ferro su chi fosse  più ecologista tra di loro.

Quello che vogliamo sentire sono le “Proposte”, troppo facile andare a demonizzare questo o quel  tipo di riscaldamento o recriminare sul… latte (quasi) versato.

Quindi, oltre che dotarsi di una banca dati, indicazione che ha messo tutti d’accordo, noi crediamo sia importante che anche  Solbiate si munisca del PEAC (Piano Energetico Ambientale Comunale).
Si eccepirà dicendo che è obbligatorio solo per i comuni sopra i 50mila abitanti, ma ci pare di vitale importanza  averlo  perché, in estrema sintesi, è uno strumento di facile lettura per tutti i soggetti interessati, a tal fine evidenziate le normative e le tecnologie che sono legate agli usi, alle produzioni o alle trasformazioni energetiche, vengono esaminati gli aspetti che possono presentare particolari sviluppi e le tecnologie più o meno adattabili all’interno del territorio comunale. Attraverso le schede si possono dedurre i criteri per verificare la convenienza economico/ambientale di diversi sistemi e tecnologie, per i diversi settori interessati al mercato della domanda/offerta di energia presi in esame.

Quindi, non ci prendete in  giro, ci vuole la volontà di fare le cose nel modo corretto, non ubbidire cecamente ai vostri partiti, massa di incapaci e disonesti, che approvano  leggi scandalose solo per far contenti i poteri forti. L’ultima porcata in ordine di tempo, fatta quando tutti erano distratti dalle elezioni, dal gesto del Papa o da Sanremo,  arriva proprio dal ministro dell’ Ambiente Clini, il quale da bravo servitore dello  Stato  ha portato e fatto approvare in Consiglio dei Ministri un decreto che istituisce la AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) che è una legge libera tutti per chi inquina!!  Altro che PAS!!  Andate a leggerla  e poi guardatevi allo specchio se avete lo stomaco per farlo!!

Riguardo all’ultimo punto,  ovvero  la mozione impianto a biomassa, il Sindaco non ha fatto altro che ribadire quanto detto nell’assemblea pubblica del 18 Gennaio 2013, ovvero che in presenza di  un progetto, questo avrà il via libera solo se, i solbiatesi  attraverso un referendum, lo vorranno. (Procedura PAS  a parte)
Concludiamo  ricordando che i primi di Aprile (data ancora da definire) ci sarà un incontro pubblico a Solbiate Olona, organizzato dalla nostra amministrazione, che affronterà  temi  delicati come l’ambiente (Elcon, fiume Olona) e il rispetto dei  diritti sanciti da referendum popolari per i quali dovremo ancora una volta lottare:ACQUA BENE COMUNE.

Apprendiamo con grande stupore, nonostante gli autoelogi, si è ripetuto l’ennesimo parere negativo da parte della Provincia riguardante il PGT locale.
Probabilmente le nostre preoccupazioni a riguardo non erano del tutto infondate, sia nei MODI che nei TERMINI.

di seguito i link del consiglio comunale:
consiglio comunale del 09 marzo 2013  1/5
consiglio comunale del 09 marzo 2013  2/5
consiglio comunale del 09 marzo 2013  3/5
consiglio comunale del 09 marzo 2013  4/5
consiglio comunale del 09 marzo 2013  5/5





Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...