DEBITO PUBBLICO

domenica 29 aprile 2012

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE CI DEVE DELLE RISPOSTE

E’ in pieno svolgimento il bando per aggiudicarsi la gestione della piscina comunale, una buona notizia se riesce nello scopo di far aprire la struttura in tempo per l’imminente periodo estivo ma, noi che seguiamo con attenzione l’evolversi degli eventi, non sappiamo ancora se sia stata escussa la famosa fideiussione da un milione di euro chiesto per il mancato adempimento degli accordi contrattuali con la fallita società Swim Planet. Lo chiediamo perché, anche se il sindaco Melis ha tranquillizzato sulla positiva risoluzione, non abbiamo informazioni al riguardo, solo un articolo di giornale riportava la notizia che il contenzioso si sarebbe risolto in tribunale a Busto Arsizio nella convocazione del 8 Febbraio 2012.
La sentenza ha sancito il passaggio della somma di denaro nelle casse del comune di Solbiate Olona? Siamo curiosi di saperlo, come pensiamo lo siano tutti i fruitori della piscina.

L’altra richiesta di informazioni che vogliamo rivolgere all’amministrazione comunale si riferisce al caso Elcon, la società specializzata nello smaltimento di rifiuti liquidi altamente inquinanti che vuole insediarsi nell’area dell’ex-polo chimico di Castellanza.
Apprendiamo dalla stampa che c’è stata una riunione con i rappresentanti dei comuni limitrofi. A rappresentare Solbiate Olona era presente il vice sindaco Sig. Macchi, la stampa riporta i pareri contrari all’insediamento da parte di Olgiate Olona e Busto Arsizio ma non chiarisce la posizione del nostro comune.

L'ultimo, ma non per ordine di importanza, riguarda la nostra sollecitazione per la modifica dello Statuto comunale, riferito all'acqua pubblica come bene primario e privo di rilevanza economica, per il quale a tutt'oggi non abbiamo avuto ancora nessuna risposta (repetita iuvant).

E’ nostro diritto, come cittadini, sapere qual’è la posizione che vuole assumere chi ci amministra, ricordiamo loro che essendo i rappresentanti e non i proprietari della comunità solbiatese, prima di esprimere la loro posizione ufficiale su qualsiasi problematica di rilievo, in questo caso la salute della collettività, devono avere le idee chiare su QUELLO CHE VOGLIAMO!!
Restiamo in attesa di avere esaurienti risposte in merito anche se, a tutt’oggi purtroppo, non si sono fatti quelli sperati passi avanti volti al coinvolgimento e alla collaborazione con i cittadini, passo fondamentale per la creazione di una democratica gestione della cosa comune.
In riferimento a questa tematica, ( consultazione cittadina da parte della amministrazione comunale su temi importanti), siamo andati a spulciate sui siti internet delle liste che oggi guidano e sono all’opposizione a Solbiate Olona, trovando alcuni spunti che ci sembrano molto interessanti che ci sentiamo commentare.
Veniamo a sapere, per esempio, che il sig. Bianchi Giuseppe è contrario alla consultazione popolare perché a suo dire non necessaria dopo il voto di preferenza, come dire piena e incondizionata fiducia nell’operato di chi è stato eletto, (degusti bus… noi del movimento mettiamo il mandato nelle mani del nostro elettorato ogni 6 mesi).
Rimaniamo poi basiti quando passiamo alle esternazioni del nostro sindaco che scatenato e in quel momento all’opposizione, sulla “Settimana” del 20/02/2009
critica il sindaco e l’amministrazione di non informare e consultare la gente prima delle decisioni importanti (!!) In seguito, sulla Prealpina del 27/02/ 2009
in merito all’area ex SIR, si lamenta con la allora giunta Bianchi perchè a suo dire l’intervento di riqualificazione non è chiaro.
Di seguito, udite, contesta il fatto che la maggioranza non abbia previsto una assemblea prima che il provvedimento fosse adottato. Ma avete capito bene?? Non possiamo certo dire che abbia una memoria di elefante e che sia coerente con il proprio pensiero.(predica bene ma razzola male ). Questo episodio rievoca, come un dèjà vu, l’adozione del PGT fatta da poco con inversione delle parti e usando gli stessi metodi contestati all’epoca!!.
Non va meglio per l’opposizione. Vi ricordate l’esclamazione “vergogna” proferita dalla minoranza al momento dell’adozione del PGT fatta in seconda convocazione per raggirare il vincolo della maggioranza numerica? Anche per questo episodio c’è stato in passato il suo evento gemello usato dalla allora giunta Bianchi per approvare il Piano Integrato di intervento per l’area ex-Rovelli.


come potete vedere sono tutti coinvolti in quella che definiremo la poco esaltante storia della politica locale.
Questi comportamenti, da incorniciare tra i momenti di massima ipocrisia politica, dimostrano ancora una volta che i soggetti che si alternano alla guida del municipio di Solbiate Olona non si differenziano nei modi e nei termini di fare politica, si accusano di comportamenti scorretti che al momento opportuno vengono restituiti tali e quali alimentando uno squallido circolo vizioso senza soluzione di continuità.
Vogliamo continuare a permettere questi comportamenti che, se non fossero lesivi per le tasche e la dignità dei solbiatesi ,potrebbero benissimo essere inseriti nel palinsesto del teatro “Bagaglino”, oppure ci riprendiamo dal torpore generale e li mandiamo definitivamente a casa?

Ognuno di noi è chiamato a dare il proprio contributo, il tempo non gioca a nostro favore, bisogna fare presto. Noi ci siamo, e voi?

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned…..

Nessun commento:

Posta un commento