DEBITO PUBBLICO

giovedì 24 novembre 2011

SCUOLA.....E' QUESTA LA STRADA GIUSTA?



Il giorno 17 Novembre u.s. su “La Provincia di Varese” e’ apparso l’articolo: Solbiate Olona “Soldi dei politici alla scuola. Ma la maggioranza bigia”,noi evitiamo di commentare la 'querelle' tra i due schieramenti (per chi volesse farsi un’idea su quanto detto in quel Consiglio Comunale può andare a rivederlo nella nostra sezione denominata FIATO SUL COLLOhttp://solbiateolona5stelle.blogspot.com/p/comune-in-vista.html ).

Crediamo che non ci sarebbe la necessità di gesti come quello citato, se si facesse di più al momento della pianificazione delle spese, infatti la cosa che ci preoccupa maggiormente riguarda la dissipazione delle risorse pubbliche.
Un esempio di mal gestione, riteniamo sia quello denunciato nel nostro articolo sulla ‘RETTANGOLARE’, che purtroppo toglie ossigeno ad altri possibili beneficiari.
L'istituto comprensivo di Solbiate Olona, come le scuole pubbliche in generale, di bisogni ne ha fin troppi visti i continui tagli, non necessita solo del pianoforte elettrico ma anche di semplice manutenzione ai computer, dato che la maggior parte di quelli esistenti sono rotti o vetusti, per non parlare poi dei prodotti di prima necessità come il sapone e la carta igienica (costi che purtroppo sempre più spesso si devono sobbarcare le famiglie).
Riteniamo che la mancanza dell'adeguata manutenzione ai pc limiti il piano dell'offerta formativa a totale danno dei nostri studenti. In questo momento cosi difficile per tutti, con le casse dei Comuni sempre più vuote, generare una scala di priorità costruite sulle necessità del cittadino sia indispensabile per distinguere tra interventi importanti e separarle da cose più futili e procrastinabili, crediamo insomma che una gestione oculata da ‘buon padre di famiglia’, condita da un poco di saggezza porterebbe sicuramente a decisioni diverse da quelle intraprese fino ad ora.
I nostri obiettivi sono per la promozione del buon senso nell'amministrazione pubblica, per la partecipazione attiva dei cittadini alle decisioni politiche e per il dibattito supportato dai fatti.


Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned……



mercoledì 23 novembre 2011

A seguito del nostro post sulla "RETTANGOLARE", pubblichiamo l'articolo apparso sul quotidiano "La Provincia di Varese" di martedi' 15 Novembre 2011:


Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...




mercoledì 9 novembre 2011

LA "RETTANGOLARE" DI VIA VARESE

via Varese prima
via Varese dopo


Allo scopo di limitare la velocità delle auto che percorreranno via Varese, la Giunta Comunale di Solbiate Olona ha inventato una nuova bizzarra soluzione urbanistica: la “RETTANGOLARE”.
Invece di una normale rotatoria, i frequentatori di via Varese si troveranno ad un certo punto di fronte ad un'interruzione improvvisa della strada : per poter proseguire si deve percorrere una vera e propria gimcana ricavata da una piccola area verde che rasenta un posteggio.
Ci permettiamo di fare alcune considerazioni al riguardo:
questa “rettangolare” è

  • Pericolosa. Non rispetta la dinamica della rotonda, cioè lo scorrimento attorno ad essa. In questo caso il traffico si sposta tutto da un solo lato e il suo impegno è macchinoso e contro ogni logica di movimento: si rischia addirittura di sbatterci contro.
  • Inutile. E' situata quasi alla fine della strada e per questo la velocità dei veicoli non viene attenuata fino in quel punto, vanificando di fatto l'opera. Avrebbe fatto figura più decorosa un dosso rallentatore a mattoncini del tipo usato dal comune di Olgiate Olona nella zona del Gerbone (speed table). Se ne potevano posizionare più di uno magari con righe zebrate sul dorso facendo così una duplice funzione: di rallentamento e di maggior tutela dei pedoni. Si deve considerare anche che tali dossi, messi in serie, farebbero da deterrente al traffico non residenziale, cioè quello che utilizza la via per eludere l'incrocio semaforico di via Patrioti/via 4 Novembre.
  • Costosa. E' costata alla comunità solbiatese la bellezza di 50.000 euro (fonte: periodico “Buongiorno Solbiate” n. ottobre 2011)!!

Di fronte a certe scelte si rimane scoraggiati. Ma davvero l'assessore pensa di avere operato nell'interesse dei solbiatesi? Noi crediamo che fare ciò che è meglio per i cittadini non sia questo. Per esempio a noi piacerebbe che chi siede in comune interagisca di più con la comunità magari facendo sondaggi, raccogliendo opinioni prima di impegnare importanti somme di denaro pubblico come in questo caso. Adesso e troppo tardi! Probabilmente tra non molto vedremo che per rimediare a questo obbrobrio si spenderanno altri soldi….oltre al danno la beffa!!

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay tuned...