DEBITO PUBBLICO

martedì 30 novembre 2010

consiglio comunale del 30 novembre 2010

Buongiorno a tutti!

Scriviamo questo resoconto, sul consiglio comunale tenuto a Solbiate Olona, il 30/11/2010.

Guarda tutti i filmati:


Serata all’insegna del clima freddo e pre-festivo, così si potrebbe riassumere il consiglio comunale di fine anno, tanti punti all’ordine del giorno, ma di poco valore per la comunità.

I punti più discussi e sui quali sono emersi dubbi da parte dell’opposizione, sono stati: l’estinzione di mutui per 400.000 euro a detta della maggioranza (non favorevoli), e la riaccensione di un mutuo dello stesso valore per finanziare la costruzione dei colombari nuovi per il cimitero e la costruzione di 2 nuove aree parcheggio (vicino al Circolo e adiacente alle scuole), mentre pare accantonata la sistemazione della sede nuova della polizia locale perché legata a deroga per l’ottenimento di finanziamenti regionali.



E' stato approvato il progetto a scuola in sicurezza, “il pedibus”, che al momento ha un solo punto di ritrovo, a pochi metri dalla scuola, ma che in futuro mira a costituire due altri punti di ritrovo, uno nella zona del Municipio e un altro (spostando quello ora attivo), nel parcheggio della piscina.
Questi progetti però sono legati alla partecipazione di nuovi volontari, in quanto si precisa che da parte comunale vi è soltanto un patrocinio (pettorine e fune) e non di personale addetto, per la realizzazione dello stesso.

La ricognizione delle società partecipate (Solbiate Olona Servizi – 100%, Società per la tutela ambientale del bacino del fiume Olona – 1,87%, Castellanza Servizi – 2,33%) si è rivelata positiva, avendo verificato che queste svolgono attività legate al loro oggetto sociale, anche se si sono sollevati dei dubbi da parte dell’opposizione per i bilanci degli ultimi anni di Solbiate Olona Servizi.

Rinnovato anche il progetto “Comunità sicure”, cioè la collaborazione con la polizia locale di Olgiate Olona, per i sopralluoghi nel territorio di Solbiate per garantire più sicurezza soprattutto nelle ore serali.

Idem anche per la convenzione riguardante il “parco del Medio Olona”, con proposte da parte dell’assessore per il futuro per portare sempre di più i cittadini a contatto con la natura, mentre il Festival della Valle Olona, pur essendo una bella iniziativa, ha poco a che fare col parco. Per quanto riguarda l'abbandono di rifiuti e gli scarichi abusivi, al momento esistono delle guardie del parco, ma le segnalazioni e i provvedimenti vengono presi dai singoli comuni. Il consigliere Colombo ha introdotto nel dibattito l'idea dell'Ecomuseo della Valle Olona: siccome nei progetti iniziali il parco era visto anche come strumento per unire le comunità attraverso la valorizzazione ecologica ma anche storica e sociale, l'ecomuseo può essere di sicuro un'iniziativa valida per rilanciare il lavoro in questa direzione, anche se l’idea di rilanciare il “Parco del Medio Olona” con il passaggio di Pedemontana, è in netto contrasto, con le belle idee sopra citate (ndr.)

Progetto Solbiate, con una mozione, ha chiesto di destinare i gettoni dei Consiglieri comunali all'acquisto di un pianoforte elettronico per la scuola media, così come richiesto dal professore di Educazione musicale. Il sindaco Melis l'ha definita una “lodevole iniziativa” e ha invitato il Consiglio comunale a cercare sponsor anche all'esterno; ogni consigliere darà poi il suo contributo, se vorrà, in maniera personale. Per Solbiate ha dichiarato la sua adesione, e il consigliere Cassarà ha chiesto che l'iniziativa venga estesa anche agli assessori.

Una mozione di Per Solbiate ha chiesto la correzione della frase, all'interno del Piano di diritto allo studio, riguardante il mantenimento dei finanziamenti alle scuole. Il sindaco Melis ha definito il contrasto tra l'idea di “ottimizzare” e di “tagliare” come “gioco delle parti”, dichiarando che nessuna modifica è necessaria.

Infine Progetto Solbiate ha posto un'interrogazione sullo stato di soddisfazione di alcune domande emerse a seguito dell'approvazione del Piano di diritto allo studio, e sulla presenza dei piccoli studenti nel pre e post scuola e in mensa. L'assessore Aspesani ha garantito la soddisfazione delle prime e ha riportato la buona presenza nel pre e post scuola, mentre la mensa rimane, al momento, sottoutilizzata. 

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Stay Tuned...